Parametronomicon


Sotto il nome di Pink Twins vanno identificati Juha Vehviläinen e Vesa Vehviläinen, due fratelli di istanza a Helsinki, Finlandia, e i loro lavori sono un perfetto di audio-visivo, intendendo, con ciò, quella forma d'arte in cui il suono porta a profondità cui l'immagine non arriva e viceversa. Questo loro ultimo lavoro, Parametronomicon (Finlandia, 2015, 9'), è un perfetto esempio di cosa sia e di cosa possa il cinema per i finlandesi, ed è un'opera tutto sommato mirabile per diverse ragioni, prima tra tutte l'uso del digitale. Com'è noto, il digitale richiede una propria specifica grammatica, per ora assente; certo, molti, pur girando in digitale, compiono fraseggi tipici del cinema analogico, come per esempio le carrellate lente, quasi che la videocamera digitale avesse lo stesso peso, richiedesse gli stessi, medesimi utilizzi della macchina da presa, ma ciò non implica altro che un rimanere in lidi cui il pubblico può rimanere adagiato e tranquillo, senza praticamente vedere nulla. Invece, in Parametronomicon, si vede eccome e si vede tanto, e ciò è dovuto a partire dall'assunzione stessa che del digitale fanno i fratelli finlandesi. Che cos'è il digitale? Una maniera di codificare e decodificare l'immagine. Nel cinema digitale, dunque, l'immagine è il grande Altro, l'assente, ed è precisamente quest'assenza che garantisce il digitale. Il digitale è già interpretazione, e se volessimo sommariamente distinguerlo dalla pellicola diremmo allora che il digitale è ciò che, generalmente, richiede una post-produzione che sia altera rispetto al momento delle riprese, mentre invece l'analogico è ciò che contempla la post-produzione come coestensiva alla produzione. Rispetto a questo stato di cose, Juha e Vesa Vehviläinen si comportano come segue: è tutto post-produzione. Che senso ha girare se, comunque, non si registra che un'interpretazione del reale, se girare in digitale significa decodificare digitalmente ciò che il digitale ha di per sé codificato? Ed ecco Parametronomicon, un'opera breve e intensissima sulla vita assente e sull'assenza della vita nel digitale, un'assenza, però, che dev'essere pensata come presente, fortemente presente: tutto parte da una molecola, e ciò che segue non è altro che lo sviluppo di questa molecola, che si espande, occupa spazio, si ritrae, si trasforma, perde pezzi, si frantuma, si moltiplica e, infine, esplode in una polvere ancora più impercettibile della molecola che era in fase di generazione. Si era però detto, all'inizio, della musica. Il sonoro, qui, fa un lavoro enorme; infatti, è proprio l'aspetto audio dell'audio-visivo a non fissarci nella forma che via via acquista e perde la molecola originaria, finendo così per catturarci in un divenire-molecolare che è qualcosa come l'evoluzione per l'essere evoluto, e cioè ciò che non si risolve in esso, ciò che resiste alla sua formazione. La grandezza di Parametronomicon dev'essere così ricercata sull'utilizzo del digitale, il quale, ora, ha veramente uno spessore ontologico, poiché, digitalmente, l'oggetto è assente, quella forma non è nulla, ma è comunque in atto un'informazione, che è il processo di codificazione/decodificazione del digitale e, contemporaneamente, il processo evolutivo della molecola iniziale: si tratta quindi, in ultima istanza, di percepire per la prima volta non il colore ma l'irradiazione luminosa, non l'essere evoluto ma l'evoluzione stessa, non la forma ma l'informazione, ciò a cui insomma solo il digitale può farci pervenire.

12 commenti:

  1. Risposte
    1. http://pinktwins.com/video/parametronomicon/

      Elimina
    2. Qual è la password per il video?

      Elimina
    3. Sai leggere? «Distribution by AV-arkki. The preview video is password protected for now. Please contact AV-arkki for preview options.»

      Elimina
    4. Ma daccela tu la password, essù.

      Elimina
  2. Porcamadò, anche stavolta grandissimo Clipson! Superiore!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'entra un cazzo l'immagine dei PT con quella di PC.

      Elimina
    2. In effetti forse c'entra più con BB, ma mai quanto con QT e PPC.
      Ma questo ovviamente tu lo sai già, chettelodicoaffare...

      Elimina
  3. Hello, Vesa of Pink Twins here. I just noticed this post, very happy to have Parametronomicon discussed. Let me know if you need to know more about this one! (sorry, not fluent in Italian…)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you very much for your kindness, Vesa!! : )

      Elimina