Confini d'Europa #5 - Chișinău (Moldova)



Film che mostra la realizzazione di un altro film, Chișinău (Moldova) (Italia, 2007, 52') fa parte di una raccolta più ampia, Confini d'Europa, ed è appunto incentrato su un desiderato - e crediamo effettivamente realizzato - film, che è stato pensato da una ragazza rumena di nome Raluca. Possiamo infatti dire che Chișinău (Moldova) prenda avvio proprio grazie a Raluca, una studentessa di Bucarest, con origini moldave, che studia cinema e che, per diplomarsi, vuole realizzare un film su Chișinău. Salani dunque aiuta questa ragazza nella realizzazione di questo «filmato», come lei lo chiama, che diviene il grande assente di Chișinău (Moldova), e suo effettivo protagonista. Ma procediamo con ordine. Il mediometraggio di Salani si basa essenzialmente sulla realizzazione del film di Raluca e, infatti, sembra quasi solo un loro video-diario: non c'è una storia ben precisa ma semplicemente la storia si fa da sé, segue il naturale decorso degli eventi e alla fine il film di Raluca dipenderà da questi. Ma tutto ciò non basta per descrivere quello che effettivamente è Chișinău (Moldova), perché non è solo una questione di vederli alle prese con la scoperta della capitale Chișinău (in realtà vediamo solo Raluca perché di Salani sentiamo unicamente la voce), non è semplicemente un loro video-diario che ci mostra come è stato realizzato il film di Raluca, film che possiamo solo supporre esista, ma, problematizzando, potrebbe anche non esistere - che importanza ha, comunque, per questo film di Salani di cui, invece, ne abbiamo effettivamente la visione? Dunque, continuando a parlare di Chișinău (Moldova), possiamo dire che è, ma ancora non solo, un film su Raluca, cosa che, appunto, potrebbe sembrare, visto che il film parte e finisce con le sue lettere, inoltre ci sono le riprese di Salani che sembrano quasi accarezzare la ragazza, per catturare la sua vita e, infine, rimandarcela, con gentilezza, in tutta la sua semplicità... Chișinău (Moldova) ci sembra, in ultima analisi e in maniera più profonda, un film sull'assente, un assente che è il film di Raluca, dunque qualcosa di cui non abbiamo conoscenza, di cui forse mai ne avremmo, ma che lo spettatore può ricostruire attraverso il film stesso di Salani, che sembrerebbe così trattare lo spettatore come possibile agente del film di Raluca, che ora diviene il film dello spettatore stesso. Salani ci fa così produrre un film su Chișinău, cioè ci dà la possibilità di vedere un film che non vedremo mai se non nella nostra immaginazione, non ci impone quindi alcuna immagine. L'unica cosa che Salani ci dà, se proprio vogliamo, è una certa sensazione, alla fine del film, quella sensazione che esperiamo di solito di fronte a un gran film, quella sensazione che poi ci porteremo avanti per tanto tempo, che diverrà poi un dolce ricordo di Chișinău (Moldova)

5 commenti:

  1. Ciao Yorick, questa volta non mi azzardo a commentare il film che hai recensito. Volevo solo salutarti e ringraziarti per questi anni di scambi, commenti e dritte per film.
    Oggi ho pubblicato il mio ultimo post e non potrò collegarmi ad internet per dieci anni.
    Ti ho visto finalmente su youtube (la sottrazione dell'immagine come ontogenesi). È stato interessante, ma devo riguardarlo per poter esprimere un giudizio su quel che ho visto e sentito :)
    Sono sicuro che tra dieci anni ti ritroverò. Magari su questo blog!!
    un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ironia della sorte, ci salutiamo con una recensione che non ho scritto io ma la mia ragazza. È una bella cosa, o almeno per me lo è. Come ti scrivevo nel tuo blog, mi fa davvero piacere che tu ti ritroverai, nei prossimi dieci anni, in un posto così reale da non essere cartografato da internet - e, chissà, ho fiducia che, dopo questi dieci anni, ci rivedremo, questa volta, magari, di persona e per davvero. Fai buon viaggio, bombus! Buona vita e buona fortuna.

      Elimina
  2. Cavolo, non me ne ero accorto (e dire che c'era la firma). Una bellissima recensione, complimenti. Vedrò se in questi pochi giorni riesco a trovarlo. Mi ricorda un po' il film di Alonso, Fantasma, ma deve essere ancora più intrigante.
    Grazie yorick e speriamo di risentirci o vederci tra dieci anni (sai, ti immaginavo proprio come ti ho visto su youtube, solo un po' meno magro).
    Buona fortuna anche a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cribbio, maledetta la mia disattenzione - se avessi letto prima te l'avrei passato io, anche perché mi sa che sul Mulo ci metterà una vita a venire giù. Va be', tanto meglio: tra dieci anni spero di aver occasione di rimediare e di potertelo passare. Bona to vada!!

      Elimina
  3. Grazie! Allora aspetto fiducioso una tua mail a dicembre del 2024 :)
    Hasta luego

    RispondiElimina