Cartoline dal 32° Torino Film Festival #1: This is the way - I Forgot! (Tôi quên rôi!) - Sans titre - Yeti - Fumo


This is the way | Giacomo Abbruzzese | Francia, 2014, 27'
Giacomo Abbruzzese sostiene di aver girato This is the way con il cellulare, ma non è così. Ci sono giusto un paio d'inquadrature girate in questo modo, per il resto viene usata la reflex, e impostura a parte This is the way non è nemmeno un bel film, anzi non si capisce nemmeno come mai sia stato girato, quale sia il suo senso: è un cortometraggio che pare uscito dalle mani di uno studente del DAMS che voleva attaccar bottone con una tizia e ha perciò deciso di impegnarla in un corto, e basta. Storia insulsa, finale ridicolo, fotografia patinatissima e situazioni da college movie che non reggono nemmeno per un secondo. VOTO: 1/5


I Forgot! (Tôi quên rôi!) | Eduardo Williams | Francia, 2014, 26'
Il cortometraggio dell'argentino Eduardo Williams non è affatto male. Non è niente di enorme, anche se in effetti l'inquadratura finale lascia afasici, ma c'è quel qualcosa che te lo fa apprezzare: sarà che in fondo è abbastanza genuino, che tutto sommato restituisce una quotidianità in maniera onesta e lucida o che altro, ma non è affatto male. Certo, avrebbe potuto osare di più, perché alla fin fine la sensazione è qualcosa di riuscito solamente a metà: di buono, sì, ma anche scialbo. VOTO: 2/5


Sans titre | Clément Cogitore | Francia, 2014, 24'
Non so bene come affrontare questo Sans titre di Cogitore. In effetti, è un cortometraggio abbastanza anonimo e forse è proprio questo il fatto: Cogitore gioca colla forma contemplativa ma senza sostanziarla, senza minimamente rimpolparla di qualcosa che sia ad essa aderente. La sensazione, alla fine, è quella di un cortometraggio con un senso volutamente nascosto, e la paura è che sia proprio questo nascondimento a non affossare del tutto Sans titre, che se si fosse mostrare in tutta la sua verità avrebbe rischiato davvero molto e avrebbe potuto risultare piuttosto brutto. VOTO: 2/5

Yeti | Abhijit Mazumdar | India, 2014, 62'
Qui sono uscito. Fotografia pessima, situazioni al limite del patetico e la netta sensazione di star assistendo a una puntata di Cento vetrine, per il sottoscritto, bastano e avanzano per abbandonare la sala. In più, se si conta il fatto che Mazumdar, con lunghe inquadrature a macchina fissa, vorrebbe giocare a fare il film contemplativo per dare un tono al nulla che ha ideato, non si può non abbandonare la sala anche abbastanza frustrati per essere stati nuovamente presi in giro. VOTO: 1/5

Fumo | Orso Miyakawa | Italia/USA, 2014, 7'
Fumo è la prova che non è poi così difficili risultare patetici con un film. Si parla di un tecnico del suono, ma ciò non conta: conta l'atmosfera pacchiana, questa surrealtà posticcia e banale, la messa in scena più brutta degli ultimi trent'anni... insomma, lo schifo. Neanche da perderci tempo. VOTO: 1/5

Nessun commento:

Posta un commento