R\esistenze

Simulacri #7: The hart of London

Read Article →
The hart of London (Canada, 1970, 80') è stato definito da Stan Brakhage uno dei più grandi film che siano mai stati realizzati, e...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
0 Comments

Change nothing (Ne change rien)

Read Article →
Era inevitabile che, prima o poi, arrivassi a parlarne.  Ne change rien (Francia, 2009, 100'), infatti, non è solamente un capolav...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
2 Comments

Footnotes to a house of love

Read Article →
Girato in 16mm, Footnotes to a house of love (Spagna, 2007, 13') può dirsi un esperimento più che riuscito, tanto non apparire nemm...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
0 Comments

Alberi

Read Article →
Nella Lucania di de Martino, un culto ancestrale supera le barriere del tempo, abbattendo il tempo stesso: il culto dei romiti o uomin...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
2 Comments

Dead body welcome

Read Article →
Dead body welcome (India, 2013, 80') è un viaggio, un viaggio che Kees Brienen compie attraverso l'India per raggiungere la ca...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
7 Comments

Leave it for tomorrow, for night has fallen (Bukas na lang, sapagkat gabi na)

Read Article →
Se diamo ragione a Goethe quando, nel Götz von Berlichingen , sosteneva che «lì dove c'è molta luce l'ombra è più nera», allor...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
6 Comments

Il sale della terra (The salt of the earth)

Read Article →
Il sale della terra (Francia, 2014, 110'), l'ultimo film di Wim Wenders, codiretto con Juliano Ribeiro Salgado e incentrat...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
2 Comments

Boyhood

Read Article →
È un brutto film,  Boyhood (USA, 2014, 164'), cioè fa proprio schifo. Non ho voglia di panegirici, e credo non ce ne sia nemmeno i...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
11 Comments

Foreign parts

Read Article →
J.P Sniadecki è uno che, il cinema, ce l'ha nel sangue. L'ha dimostrato l'anno scorso con  Yumen  (USA, 2012, 65'), l&...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
2 Comments

Stories from the north (Reanglao jak meangnue)

Read Article →
Abbiamo già avuto modo di familiarizzare con la poetica di  Uruphong Raksasad grazie al meraviglioso  Agrarian utopia  (Thailandia, 2009...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
0 Comments