Fotogrammi #14: y67FFL, Yorick al 67° festival del film di Locarno


Dopo il trentunesimo Torino film festival (v. y31TFF), che ci aveva regalato delle perle di non poco pregio come per esempio A spell to ward off the darkness (Francia, 2013, 95'), La última película (Messico, 2013, 88') e Sto lyko (Grecia, 2013, 74'), e prima della prossima Biennale, il cui programma lascia parecchio a desiderare ed è perciò ancora in dubbio la mia partecipazione, vale la pena concentrarsi un poco sul programma del Locarno film festival. Purtroppo il programma completo non è ancora stato rilasciato, ma i film che verranno presentati sono già tutti disponibili sul sito del Pardo, motivo per cui mi limiterò ad annotare le pellicole che più interessano e che, nei limiti del possibile, tenterò di non perdere una volta lì.

Olivier Assayas, Sils Maria (Francia/Germania/Svizzera, 2014, 125')

Syllas Tzoumerkas, A blast (Grecia/Germania/Olanda, 2014, 83')

Pedro Costa, Cavalo dinheiro (Portogallo, 2014, 115')*

Yury Bykov, Durak (Russia, 2014, 116')

Matías Piñeiro, La princesa de Francia (Argentina, 2014, 70')

Fernand Melgar, L'abri (Svizzera, 2014, 101')

Lav Diaz, Mula sa kung ano ang noon (Filippine, 2014, 338')*

Gabriel Mascaro, Ventos de Agosto (Brasile, 2014, 77')

J.P. Sniadecki, 铁-道 (Cina/USA, 2014, 72')*

Chienn Hsiang, Exit (Taiwan/Hong Kong, 2014, 94')

Daniel Touati, Frère et sœur (Francia, 2014, 60')

Oscar Ruiz Navia, Los hongos (Colombia/Francia/Argentina/Germania, 2014, 103')

Ricardo Silva, Navajazo (Messico, 2014, 75')

Antoine Boutet, Sud eau nord déplacer (Francia, 2014, 110')*

Kantemir Balagov, Vladimir Bitokov etc., Kabardino-Balkarian State University: Aleksandr Sokurov Teaching Cinema (Russia, 2013, 101')

Marine Koenig, Peau (Belgio/Svizzera, 2014, 12')

David Epiney, Prose du transsibérien (Svizzera, 2014, 11')

Pia Bong & Edward Lawrenson, Abandoned goods (Inghilterra, 2014, 36')

Wen Mu Ye, An hun qu (Cina, 2014, 13')

Javier Barbero & Martín Guerra, Los invincibles (Spagna, 2014, 30')*

Federico di Corato & Alessandro de Leo, La baracca (Italia, 2014, 28')

Roberto Collío, Muerte blanca (Cile, 2014, 17')

Yanira Yariv, Amori e metamorfosi (Francia/Italia, 2014, 88')

Lupe Pérez García, Antigone despierta (Spagna, 2014, 63')*

Raúl Perrone, Favula (Argentina, 2014, 84')

HPG, Fils de (Francia, 2014, 70')

Nicolás Pereda, Los ausentes (Messico/Spagna/Francia, 2014, 80')*

Danièle Huillet & Jean-Marie Straub, Dialogue d'ombres (Francia/Svizzera, 1954/2013, 29')*

Jean-Marie Straub, À propos de Venise (Francia/Svizzera, 2013, 23')*

Simone Rapisarda Casanova, La creazione di significato (Canada/Italia, 2014, 95)*

Jean-Luc Godard, Adieu au langage (Francia, 2014, 70')

Edgar Pêra, Lisbon revisited (Portogallo, 2014, 66')*

Clarissa Campolina & Helvécio Marins Jr., Girimunho (Brasile/Spagna/Germania, 2011, 90')

Lois Patiño, Montaña en sombra (Spagna, 2012, 14')*

Akosua Adoma Owusu, Kwaku Ananse (Ghana/Messico/USA, 2013, 25')

Zuzanna Solakiewicz, 15 corners of the world (Polonia/Germania, 2014, 79')

Luc Peter & Stephanie Barbey, Broken land (Svizzera, 2014, 75')

Neasa Ní Chianáin, The stranger (Irlanda, 2014, 87')

Nicole Vögele, Nebel (Germania, 2014, 60')*

Matthias von Gunten, ThuleTuvalu (Svizzera, 2014, 96')


* I film contrassegnati con il * sono sospetti d'essere contemplativi.

5 commenti:

  1. Ottimo, vedo che hanno cominciato ad aggiornare il sito. Già moltissimi titoli che hai individuato attirano alla grande (il taiwanese Exit, Antigone Despierta, La Creazione del Significato, per esempio, tre al volo, ad impatto immediato:) Senza contare che poi ce Diaz, Costa, Patino, il Godard di Cannes... Tanta, tanta roba. Speriamo di riuscire a ricavarci qualche giorno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A costo di accamparsi in tenda!

      Elimina
    2. Guarda, male che vada fuori dalle sale "La Sala" e "L'altra Sala" ci sono i materassi già pronti, basta prendere possesso :p

      Elimina
    3. Dopo questa notizia, se assenti, la prendo sul personale :p

      Elimina